IN CASA DON BOSCO LA PRESENTAZIONE IN ANTERPIMA DELLA 17^EDIZIONE DELLA 24ORE DI SPORT DI CUNEO

Si è svolta ieri pomeriggio, presso il padiglione della Famiglia Salesiana “Casa don Bosco” a Expo Milano 2015, la presentazione ufficiale dell’originale manifestazione cuneese “24 ore di sport” a cura della Pgsd Auxilum Cuneo. A moderare l’evento don Claudio Belfiore, delegato della Famiglia Salesiana ad Expo Milano che ha dato parola al Presidente della società polisportiva cuneese Marco Chiapella e al Presidente del comitato organizzatore della manifestazione Dario Enrici. L’evento, in programma il prossimo 13 e 14 giugno, costituisce una delle iniziative più originali del mondo sportivo salesiano, una manifestazione che dal 1999 si tiene a Cuneo. Un “piccolo miracolo” che ogni anno cresce, cambia, si amplia e che è stato replicato da molti, in provincia e fuori, in diversi suoi aspetti, a partire dalla festa e dallo sport, ma con la grande differenza, che nessuno può vantare, che è la forza del volontariato che si rifà al carisma della famiglia salesiana. Il motore trainante alla base della manifestazione è mosso da uno spirito di servizio straordinario degli organizzatori, una partecipazione spontanea all’interno della quale ogni persona dello staff offre il proprio contributo: “Dopo sedici anni di manifestazione, ancora oggi ci stupiamo di come sia possibile creare, realizzare e gestire un evento di queste proporzioni. -ha spiegato Marco Chiapella- Sappiamo che è il fantastico risultato di un successo di squadra, costruito solo attraverso il lavoro, il sacrificio e la generosità di tante persone, amici prima di tutto, che lavorano senza sosta anche per 30 ore di fila”.  
“Ognuno di noi -ha continuato Dario Enrici- dedica all’evento il tempo che vuole e che può, in modo generosamente gratuito, mettendosi a disposizione per fare quello che è necessario o in base alle proprie esperienze e competenze. Il successo finale è merito dello sforzo collettivo, del lavoro globale svolto da una squadra e non imputabile certamente ad un singolo individuo. Non ci stancheremo mai di ringraziare quanti si adoperano per aiutare e prestare il loro servizio. Tante mani e tante teste che unite insieme sono il cuore della 24oredisport”.
Per questo “Casa Don Bosco” che si trova ad Expo 2015 ha chiamato tra le tante iniziative del grande mondo salesiano sparso per il pianeta, proprio gli amici cuneesi. Casa Don Bosco è una struttura semplice ed essenziale, aperta a tutti perché è un ambiente accogliente e familiare, più che un luogo da visitare. Come ogni struttura salesiana nel mondo il Padiglione della Famiglia Salesiana è innanzi tutto casa, perché è luogo e ambiente di crescita e di maturazione. È anche scuola, e spiritualità ma soprattutto cortile, spazio e contesto vitale dove le giovani generazioni in modo spontaneo e creativo sperimentano e crescono nell’amicizia, nell’incontro e nel confronto, vivendo la festa e l’espressività, insieme alla quotidianità e alla spiritualità.
Durante la presentazione sono state presentate in anteprima anche le magliette della prossima 24oredisport del 13 e 14 giugno. La maglietta dell’evento cuneese è diventato un “must” e c’è, tra i partecipanti, anche chi le ha collezionate tutte e sedici e si è già iscritta alla prossima edizione.
L’evento si poi è concluso con la descrizione del programma e delle varie iniziative di Giovani, Sport & Solidarietà e con lo speciale ringraziamento ai vari e tanti amici sponsor e partner che rendono possibile la realizzazione di questo, unico ed originale, progetto salesiano cuneese.