L’IMPEGNO DELLA FAMIGLIA SALESIANA ALL’ONU

Milano, 05.05.2015

Oggi pomeriggio, presso CASA DON BOSCO in Expo Milano 2015, si è tenuta la conferenza in cui sono state presentate le attività  di promozione e sostegno ai diritti umani svolte dalla rete Famiglia Salesiana di Don Bosco all’interno del sistema delle Nazioni Unite a New York e Ginevra. Alla conferenza sono intervenuti Don Thomas Brennan, Salesian Mission alle Nazioni Unite con accredito ECOSOC dal 2006, a New York; Suor Maria Grazia Caputo, Istituto Internazionale Maria Ausiliatrice delle salesiane di Don Bosco (IIMA), con accredito ECOSOC dal 2008, presente a Ginevra; Suor Leonor Salazar, Vides International, con accredito ECOSOC dal 2003 e presente a Ginevra; Nico Lotta e Barbara Terenzi, rispettivamente Presidente e Referente VIS, con accredito ECOSOC dal 2009 presenta a Ginevra e New York. A moderare la conferenza è stato Don Claudio Belfiore.

La Famiglia Salesiana, operante in sede di Nazione Unite dal 2007, pone come obiettivo fondante della propria missione quello di sensibilizzare il mondo e in particolare i giovani, a un importante tema: il diritto all’istruzione e all’educazione. Dall’esempio di Don Giovanni Bosco e seguendo l’eredità dei suoi insegnamenti, l’istruzione e l’educazione dei bambini e dei giovani, sono da considerarsi elementi indispensabili affinché si possa concorrere a un pieno godimento dei diritti umani all’interno della società civile.

L’opera svolta presso le Nazioni Unite dalla Famiglia Salesiana consiste nel far conoscere, ai rappresentanti governativi delle diverse nazioni, i risultati ottenuti attraverso le opere e i progetti realizzati in oltre 130 paesi del mondo. La Famiglia Salesiana si occupa di temi come povertà, traffico di esseri umani, migranti, lotta all’HIV, lotta alla povertà e sviluppo umano. Attraverso l’esperienza concreta sul territorio, le testimonianze e i progetti della Famiglia Salesiana rappresentano per le Nazioni Unite un prezioso e utile sguardo alla realtà al fine di agire con successo e poter garantire un pieno godimento dei diritti umani da parte di tutte le popolazioni del mondo, in particolare dei giovani e dei bambini in vista  di uno sviluppo forte della società civile.