LA VITA IN CASA DON BOSCO – EXPO 2015, nota stampa N.25 dal 14/10/2015 al 31/10/2015

Si conclude con la fine del mese di ottobre l’Esposizione Universale e presso CASA DON BOSCO continuano gli eventi. Questi ultimi dieci giorni all’interno di EXPO saranno contraddistinti da un momento molto importante: la consegna simbolica delle chiavi di CASA DON BOSCO ai giovani dell’Ucraina.

Mercoledì 14 ottobre 2015 CASA DON BOSCO si è aperta all’arte con una piccola lezione dal titolo “GUIDATI DA UN SOGNO”. ICONOGRAFIA DEI SANTI FONDATORI DI ORDINI RELIGIOSI: attraverso le fonti dell’iconografia e della storia si è dato risalto ad alcuni santi fondatori di ordini religiosi, accomunati dall'aver seguito i loro sogni, dedicando grande attenzione alla figura di Don Bosco. Tra i protagonisti della giornata, anche Schneider Electric con il suo intervento sul risparmio energetico e il grande esercito dei volontari con l’evento VOLUNTEERS @ EXPO: SAME PLACE, MANY STORIES.

Giovedì 15 ottobre 2015 è stata una giornata ricca di appuntamenti presso il Padiglione. In mattinata si è tenuto un incontro con l’Università di Brescia dal titolo: “LAVORO BUONO, BUONA FORMAZIONE”, che ha visto la premiazione dei vincitori del Bando per gli allievi dei Centri di Formazione Professionale Salesiani (CNOS/FAP); un’occasione per far riflettere gli studenti sull’ambiente che ci circonda e sul significato della formazione e del lavoro, necessariamente correlati. Sono stati presentati gli elaborati dei lavori selezionati, nati dall’incontro di giovani provenienti da diverse culture. Durante la giornata è stato presentato il corso di Laurea Magistrale in Progettazione Pedagogica e Formazione delle Risorse Umane. Sono intervenuti: Luigi Pati, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione; Simonetta Ulivieri, Presidente della Società Italiana di Pedagogia; Pier Sandro Cocconcelli, Direttore laboratorio UCSC ExpoLAB; Michele Corsi, Direttore del Dipartimento di Scienze della formazione, dei Beni culturali e del Turismo, Università degli Studi di Macerata; Dario Nicoli, Professore di Sociologia Economica e dell’organizzazione, Università Cattolica del Sacro Cuore; don Enrico Peretti, Presidente nazionale della Federazione CNOS-FAP; Mauro Veglia, Senior Vice President CNH Industrial EMEA - Customer Care and Support; Serena Mazzoli, formatrice aziendale; Gabriella Morello, Responsabile dell'Ufficio strategie formative - Cnos fap Piemonte; don Mario Tonini, Amministratore CNOS-FAP nazionale. Moderatore dell’incontro Pierluigi Malavasi, Direttore del corso di Laurea Magistrale Progettazione Pedagogica e Formazione delle Risorse Umane.

Nel pomeriggio, un nuovo incontro con Schneider Electric ha rinnovato l’impegno dei Salesiani per quanto riguarda le tematiche ambientali ed energetiche, ribadito più volte nel corso di questa Esposizione Universale. 

Sempre nella giornata di giovedì 15 ottobre 2015, CASA DON BOSCO ha organizzato una giornata di orientamento per gli studenti. Si è tenuta una tavola rotonda dal titolo NUTRIRE LA MENTE: STUDIARE PER CAMBIARE IL MONDO, organizzata dal Master Internazionale in Cooperazione e Sviluppo (rete internazionale di Pavia, Cartagena de Indias, Betlemme, Nairobi e Kathmandu) e dall’Università di Pavia. Per l’occasione sono stati invitati docenti e alunni della XIX edizione del Master, per dare il via all’anno accademico e sono state premiate le tre tesi vincitrici del concorso “Cooperation Development Network Expo 2015”: quella di Miller Wanjau, che ha frequentato la Kenyatta University; il lavoro di Raphael Msyali, che ha frequentato il Master all’Università di Pavia e la tesi di Upasna Acharya, che ha studiato presso l’Università in Nepal. Sono Intervenuti, oltre a questi studenti meritevoli: Michela Vallarino, Vice Presidente VIS; Gianni Vaggi, direttore Cooperation and Development Network; Caudia Sorini, Presidente del Comitato Scientifico EXPO; Fabio Rugge, Rettore dell’Università di Pavia; Michele di Francesco, Rettore della Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia; Giampaolo Cantini, Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo; Stefania Mancini, Vicepresidente della Fondazione Assistance Internazionale; Maura Viezzoli, Dirigente del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli; Enrica Chiappero Martinetti, Maria Sassi e Claudio Ceravolo.

Venerdì 16 ottobre 2015 in CASA DON BOSCO è stata allestita la mostra “QUANDO IL CIBO È SAPERE-SOPRAVVIVENZA-ALIMENTAZIONE-PIACERE-EDUCAZIONE-RESPONSABILITÀ-EGUAGLIANZA”, in scena fino al 31 ottobre. Un percorso sensoriale e cognitivo, un viaggio intorno al cibo e alle produzioni di cinque paesi del sud del mondo con immagini video, foto, attività didattiche e interazioni multimediali per capire l’importanza del diritto al cibo e della sicurezza alimentare. La mostra prevede un percorso di accompagnamento e materiali didattici dedicati ed è stata promossa dal VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, in collaborazione con ADP –Amici dei Popoli, We World Intervita, Vides Italia e realizzata con il contributo del Ministero degli Affari Esteri – DGCS Direzione Generale Cooperazione Sviluppo.

Lunedì 19 ottobre 2015, presso CASA DON BOSCO la settimana si è aperta con Schneider Electric, che per tutta la durata di Expo è stata a fianco dei Salesiani per focalizzare l’attenzione sulle tematiche che più stanno a cuore a chi vuole preservare il nostro pianeta.

In programma per giovedì 22 ottobre 2015, dalle ore 14.00 alle ore 17.30, vi è un seminario dal titolo MINORI DI SECONDE GENERAZIONI E TERRITORI: RISCHI ED OPPORTUNITÀ’ che riunirà i referenti delle sedi del progetto “Tutta mia la città” (avviato il 1° Settembre 2015 e co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) ed operatori della rete SCS impegnati sul tema dell’accoglienza e delle pratiche di integrazione dei minori stranieri di seconda generazione. L’iniziativa intende sensibilizzare circa le problematiche dei minori stranieri, mettere a confronto prassi e modalità di intervento e di integrazione fra operatori ed esperti, definire i criteri per un impegno politico e sociale salesiano in questo ambito e lanciare il progetto nazionale “Tutta mia la città”.

Lunedì 26 ottobre 2015, primo giorno dell’ultima settimana dell’Esposizione Universale, dalle ore 19:00 alle ore 21:00 si terrà un nuovo incontro VOLUNTEERS @ EXPO: SAME PLACE, MANY STORIES.

Giovedì 29 ottobre 2015, dalle ore 12:00 alle ore 13:30, RADIO MARIA sarà in diretta da CASA DON BOSCO in Expo per raccogliere testimonianze, riflessioni ed esperienze nate nel corso dei sei mesi in EXPO Milano 2015.

La giornata di giovedì 29 ottobre 2015 segnerà un momento importantissimo: a partire dalle ore 15:30 fino alle ore 18:00, si terrà l’evento ufficiale di CONSEGNA DELLE CHIAVI DI CASA DON BOSCO AI GIOVANI DELL'UCRAINA. Gli Ex-allievi, in occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco, avevano espresso la volontà di donarla ai giovani ucraini di Vynnyky, frequentanti il Centro Salesiano. In questi sei mesi CASA DON BOSCO ha ricoperto il ruolo di Padiglione ufficiale della Famiglia Salesiana presente in EXPO Milano 2015, dopo questa lunga ed intensa permanenza essa verrà trasferita in Ucraina dove diverrà un centro di educazione e formazione nella città di Vynnyky. Giovedì 29 ottobre verrà celebrato questo passaggio ufficiale: il dott. Ercole Lucchini, Operation Manager del Padiglione consegnerà le chiavi simboliche a Don Yurij Smakous, rappresentante dei giovani dell’Ucraina. La cerimonia ufficiale si terrà presso CASA DON BOSCO alla presenza di Bruno Pasquino, Commissario Generale EXPO e di numerose altre personalità che hanno fatto parte di questo importante progetto. Un questa occasione si rifletterà sull’esperienza vissuta, ripercorrendone le tappe fondamentali e ci sarà occasione di brindare al futuro, augurando il meglio ai Salesiani che si adoperano per diffondere in Italia e nel mondo il metodo educativo di Don Bosco.